Vulcano | Extra Ordinario

Extra Ordinario nasce dalla collaborazione di Vulcano con i giovani artisti che sono parte dell’Atelier F dell’Accademia di Belle Arti di Venezia come naturale risposta alla condizione di isolamento sofferto dalle persone negli scorsi mesi. Il progetto, costituito da una mostra e un workshop di pittura che si svolgono negli spazi dell’agenzia creativa a Marghera, intende sottolineare la necessità di ridare vita, con la massima urgenza, a luoghi e situazioni in cui l’esperienza creativa possa svilupparsi, crescere, diffondersi. Extra Ordinario mette al centro l’indagine individuale e il confronto con l’altro come ineludibili forme di ricerca, opponendo l’energia del fare alla condizione di passività e di accettazione che ha caratterizzato il recente passato, non ultimo nell’ambito della cultura e della formazione. Da parte di Vulcano l’attività raccoglie l’eredità di Fuori del vaso, in cui quattro giovani artisti hanno svolto un periodo di residenza-studio nella sede aziendale, e rilancia la propensione dell’agenzia verso la creatività e l’arte contemporanea, elemento fondante del lavoro svolto dall’azienda. Extra Ordinario è un progetto di Daniele Capra, Nico Covre, Nebojša Despotović e dell’Atelier F.

 

 

Extra Ordinario Appello è una mostra con venti giovani artisti dell’Atelier F che hanno terminato gli studi nella sessione straordinaria del 2020 e che hanno lavorato assieme ad alcuni dei collaboratori di Vulcano per allestire, nella sede dell’azienda, la mostra che raccoglie gli esiti del proprio percorso di ricerca (in sintonia con il progetto laboratoriale del workshop). Extra Ordinario Appello si propone di restituire uno spazio di lettura diretta e di condivisione dell’opera rivolgendo un appello urgente e militante alla vitalità dell’arte e della cultura contemporanee. Gli artisti e i collaboratori di Vulcano avranno modo di conoscersi e di lavorare insieme – coadiuvati da Daniele Capra, Nico Covre, Nebojša Despotović, Martino Scavezzon e Carlo Di Raco – nel processo di scelta delle opere e nell’allestimento. La mostra sarà in questo modo un’operazione a più mani, frutto di un pensiero e di un agire collettivo, coerente con le dinamiche dell’Atelier F.

 

In mostra sono presenti opere di: Francesco Casati, Damiano Colombi, Giacomo Deppieri, Rémi Deymier, Bruno Fantelli, Silvia Faresin, Rovers Malaj, Giulio Malinverni, Margherita Mezzetti, Chiara Peruch, Carolina Pozzi, Beatrice Pra Floriani, Paolo Pretolani, Francesco Ronchi, Marta Spagnoli, Francesca Vacca, Chen Weichao, Geremia Zaccaron, Federica Zanlucchi.

 

 

Extra Ordinario Workshop è un laboratorio di pittura dell’Atelier F, un collettivo informale di artisti che condividono prospettive e metodologie di ricerca, sulla base di un percorso espressivo che accomuna differenti generazioni (da giovani studenti ad artisti già riconosciuti sul panorama internazionale). Per quaranta giorni i partecipanti sono stati invitati liberamente a svolgere la propria ricerca facendo degli spazi dell’azienda il proprio studio e l’ambiente di riferimento per il lavoro comune. Il workshop – che idealmente porta avanti l’attività di Laboratorio Aperto, svoltosi ininterrottamente dal 2009 al 2019 a Forte Marghera con lo scopo di valorizzare le metodologie legate alla formazione contemporanea – è finalizzato ad attivare gli aspetti processuali dell’esperienza creativa attraverso il dialogo tra giovani artisti. Durante lo svolgimento curatori, galleristi, collezionisti, collaboratori e clienti del network Vulcano sono stati coinvolti e invitati a fare studio visit.

 

 

Gli artisti che hanno partecipato a Extra Ordinario Workshop sono: Giulia Andreis, Cecilia Andreotta, Ariele Bacchetti, Andrea Balladelli, Alessandro Bevilacqua, Thomas Braida, Antonella Brunello, Francesco Casati, Caterina Casellato, Zoe Cavallin, Weichao Chen, Edoardo Chiarion, Francesco Cima, Valentina Cima, Damiano Colombi ,Elena Dalla Corna, Celeste Dalla Libera, Saruul Davaapurev, Lorenzo Deluigi, Giacomo Deppieri, Nebojša Despotović, Juliana Destefanys, Remì Deymier, Najsa Dishnica, Daria Dmitrenko, Jingge Dong, Nicola Facchini, Bruno Fantelli, Silvia Faresin, Lorenzo Fasi, Greta Ferretti, Elisabetta Frassine, Megan Freeman, Anna Furlan, Leonardo Furlan, Gaia Gasparetto, Federico Gasparini, Vivien Generale, Greta Gerosa, Yming He, Manuela Kokanovic, Bogdan Koshevoy, Roberta Liut, Enrico Loquercio, Matilde Lucini, Rovers Malaj, Giulio Malinverni, Arianna Marcolin, David Martinez, Anna Marzuttini, Marco Mastropieri, Anna Mattiuzzo, Kristina Mavric Zavnik, Margherita Mezzetti, Alessandro Miotti, Miriam Moroni, Sebastiano Pallavisini, Maddalena Pamio, Andrea Pellizzaro, Chiara Peruch, Alina Petre, Francesca Pieropan, Maria Pilotto, Valeria Pin, Giorgia Pirani, Federico Polloni, Cristina Porro, Carolina Pozzi, Beatrice Pra Floriani, Paolo Pretolani, Caterina Proserpio, Francesco Ronchi, Alice Salvato, Pierluigi Scandiuzzi, Marila Scartozzi, Adelisa Selimbasic, Bianca Francesca Serafin, Ilaria Simeoni, Mattia Sinigaglia, Marta Spagnoli, Giordano Tricarico, Francesca Vacca, Matilda Vit, Leonardo Wei, Steven Witzani, Zoe Xu, Zhu Xuequing, Geremia Zaccaron, Francesco Zanatta, Maria Giovanna Zanella, Federica Zanlucchi.

 

L’ Atelier F è una realtà consolidata nel panorama artistico contemporaneo. È attivo da più di venticinque anni come una vera e propria scuola artistica veneziana nata dal corso di pittura dei professori Carlo Di Raco e Martino Scavezzon presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. La ricerca dell’Atelier F si configura attraverso una continua relazione fra i linguaggi e le poetiche di differenti personalità, che sviluppando autonomamente contenuti innovativi, ripercorrono costantemente i presupposti e le pratiche che costituiscono i fondamenti dell’esperienza della pittura.