Vulcano | Extra Ordinario

“Vedere cinquanta giovani artisti che lavorano contemporaneamente e animatamente all’interno dello stesso spazio non capita tutti i giorni, e non può lasciare indifferenti”.
Nico Covre 

Tele dalle dimensioni più svariate, carte lasciate ad asciugare, centinaia di barattoli e tubetti di colore, magliette e pantaloni macchiati, libri con qualsiasi fonte di ispirazione. E poi foto appuntate, pittori che contemplano il prossimo segno per tempi che sembrano infiniti, altri che si dedicano ad attività frenetiche, altri ancora che cercano l’ispirazione o un semplice confronto in un continuo andirivieni.

Difficile descrivere la sensazione che si prova quando si varca lo soglia dello spazio in cui si svolge Extra Ordinario Workshop, il laboratorio di pittura i cui i partecipanti, per una quarantina di giorni, sono stati chiamati a sviluppare liberamente la propria ricerca artistica.

Il progetto nasce nel 2020 dalla collaborazione tra l’agenzia creativa Vulcano, che ha messo a disposizione i propri spazi a Marghera seguendo la propria consolidata inclinazione verso l’arte contemporanea, e l’Atelier F, un collettivo informale di artisti che condividono non solo il percorso di studi presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, ma anche un percorso espressivo in continuo divenire che coinvolge differenti generazioni, da giovani studenti ad artisti già riconosciuti sul panorama internazionale. Si è così innescato un contesto carico di energia in cui il processo creativo è alimentato dall’esperienza stessa data dalla partecipazione degli artisti coinvolti e anche di curatori, galleristi, collezionisti, collaboratori e clienti del network Vulcano, invitati a visitare e a prendere parte attiva al progetto.

Il volume fotografico Extra Ordinario Mixtape, realizzato con le immagini di Nico Covre, si struttura come una narrazione costituita da tanti frammenti visivi dell’ampia documentazione fotografica di Extra Ordinario Workshop, realizzato lo scorso anno.

Il libro propone al lettore un’esperienza vissuta in prima persona a partire dalle immagini, ricombinate e associate liberamente adottando un ordine anti-cronologico e un montaggio che esulano dalla necessità di una narrazione realistica. Il racconto che ne risulta si rifà così intimamente alla logica del mixtape. Il libro è corredato da una conversazione tra Daniele Capra, Carlo Di Raco e Paolo Pretolani.

Il documentario Extra Ordinario è costruito invece con le riprese girate nei mesi del workshop e raccoglie le testimonianze dirette degli artisti dell’Atelier F, dei curatori e dei docenti che vi hanno partecipato. Il film racconta la nascita del progetto, la vita quotidiana e le mille difficoltà a cui i giovani artisti devono far fronte, ma anche la forza travolgente del desiderio di esprimersi attraverso la pittura.
Sia il libro che il documentario sono prodotti da Vulcano Agency.

La seconda edizione prenderà ufficialmente il via il 5 luglio 2021 evidenziando come il progetto non sia stato esclusivamente un episodio estemporaneo ma parte di una visione precisa di Vulcano che intende mettere al centro la creatività e il confronto tra immaginari, quelli di un’azienda insieme alle mille frammentazioni e possibilità nate dagli immaginari degli artisti.